Xylem realizza un bypass di emergenza dopo piogge da record a Memphis

Nella primavera 2016, a Memphis (Tennessee, USA), si sono abbattuti ben 400 mm di pioggia. Questo fenomeno straordinario senza precedenti ha eroso il suolo al di sotto di una conduttura fognaria da 96″ di primaria importanza per la città. Quando infine il maltempo ha provocato il blocco della conduttura, la città ha attivato il piano di emergenza contattando Xylem, e la risposta è stata immediata.

È come se la pioggia non avesse mai smesso di cadere per un mese intero. Infatti, nel marzo 2016, sulla città di Memphis si sono abbattuti più di 400 mm di pioggia, metà dei quali in un vero e proprio diluvio di due giorni. Questo afflusso d’acqua eccezionale ha eroso il suolo al di sotto di una conduttura fognaria che convogliava le acque reflue della rete fognaria a uno dei depuratori nel centro della città. Il 31 marzo, la conduttura ha ceduto completamente.

Le istituzioni della città hanno attivato il piano di emergenza, riunendo i responsabili dell’assessorato alle opere pubbliche e contattando gli esperti di Xylem per valutare l’entità del danno e definire un piano di azione.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

È stata immediatamente individuata l’esigenza di un bypass di emergenza per aggirare la conduttura fognaria da 96″. Nell’ambito del piano di emergenza, Xylem è stata nominata come appaltatore principale del progetto e incaricata di fornire una soluzione “chiavi in mano” in grado di assicurare la continuità di smaltimento delle acque reflue, minimizzare l’impatto sull’ambiente e assicurare il rispetto di tutte le normative previste.

Massimo impegno

Xylem ha prontamente allestito le varie squadre necessarie, composte da più di 30 membri del personale dell’azienda e supportate da 100 dipendenti del comune di Memphis e 60 collaboratori esterni, che hanno lavorato giorno e notte. Questo impegno ha consentito alle squadre coordinate da Xylem di completare il lavoro in una frazione del tempo normalmente richiesto per una soluzione di tale portata.

“Xylem è riuscita a procurarsi le attrezzature, le pompe e tutto l’occorrente per il lavoro”, ha affermato Paul Patterson, Assessore all’ambiente della città di Memphis. “Innanzitutto l’azienda disponeva delle risorse necessarie, ma soprattutto del personale in grado di comprendere come funzionano e come utilizzarle al meglio. Il nostro assessorato ha contribuito con il personale estremamente motivato e con tutti i mezzi a disposizione. Alla fine, siamo riusciti ad allestire un intervento di grande successo”.

VIDEO: Scopri come Xylem ha realizzato il bypass fognario a Memphis

Il bypass doveva essere in grado di sostenere una portata di 160 milioni di galloni al giorno (MGD – million gallons per day) e coprire una distanza di circa 730 metri in linea d’aria dal punto di aspirazione a quello di scarico. Tuttavia, prima di poter pompare l’acqua, erano necessarie diverse “misure di tamponamento” critiche come la realizzazione di un passaggio per il deflusso delle acque e di un terrapieno da 75 metri necessario per il posizionamento delle pompe di bypass.

Allestimento delle pompe in tempi record

Per affrontare la portata massima prevista di 160 MGD, Xylem ha impiegato 14 pompe Godwin Dri-Prime CD400M a gasolio. A soli 6 giorni dal cedimento della conduttura, erano già operative 5 pompe, per una portata di 50 MGD, cioè la portata media giornaliera dell’impianto fognario in condizioni normali.

“È stato un progetto straordinario”, ha affermato Mike Leonard, Direttore della filiale locale di Xylem. “Tutti hanno svolto un ottimo lavoro, lavorando su turni di 16 e 18 ore. È stato un grande lavoro di gruppo, dalle istituzioni alle imprese coinvolte ed a Xylem. E tutti si sono dimostrati pronti a dare una mano alla città di Memphis”.

Xylem ha ordinato 9 km di condutture dai propri magazzini sulla costa orientale degli Stati Uniti, e ha chiamato in loco una dozzina di tecnici e saldatori addestrati e certificati. Lavorando ininterrottamente per un’intera settimana, i tecnici hanno saldato tra loro le sezioni da 15 metri in sezioni da 150 metri che sono quindi state posizionate lungo i 730 metri del passaggio.

Inoltre, è stato realizzato un bypass secondario per assicurare il minimo impatto sulla struttura e, una volta installate tutte le pompe, Xylem è entrata in modalità operativa di bypass 24 ore su 24, 7 giorni su 7. Due squadre di tecnici dell’azienda si sono alternate su turni di 12 ore per gestire, monitorare, provvedere all’assistenza e alla riparazione delle pompe, attivandole e disattivandole in base alle variazioni di portata.

Un grande successo

Il sistema di bypass ha funzionato esattamente come previsto, pompando quasi 60-160 MGD di acque reflue non trattate al giorno.

Xylem è riuscita a superare ogni ostacolo e fornire una soluzione completa di bypass alla città di Memphis in un periodo di tempo decisamente breve. Lavorando senza sosta e utilizzando più di 20 macchinari pesanti, le squadre dirette da Xylem hanno installato 18 pompe, 9 km di tubi in HDPE e tutti gli accessori necessari in sole due settimane.

“Uno dei maggiori vantaggi della soluzione “chiavi in mano” per un progetto di tale portata è il fatto che ha consentito alle autorità cittadine di concentrarsi sulla progettazione e sulla realizzazione della conduttura sostitutiva, una volta realizzato il bypass”, afferma Patterson. “Xylem si è occupata di tutto, dalla progettazione all’installazione e alla manutenzione del bypass, e di conseguenza abbiamo potuto destinare le nostre risorse e i nostri sforzi interamente alla progettazione, alla realizzazione e alla sostituzione della conduttura. E questo è stato fondamentale per il successo del progetto”.

Contatta Xylem per definire il tuo piano di noleggio in caso di emergenza

ISCRIVITI A IMPELLER

 

Nuova serie di articoli

In primo piano: le sfide presenti e future per le aziende pubbliche di servizi

Inizia a leggere

Abbonati alla nostra newsletter